5 vantaggi della virtualizzazione per le aziende

Diadmin

5 vantaggi della virtualizzazione per le aziende

La virtualizzazione è una tecnica di realizzazione di infrastrutture informatiche che consente di concentrare su un solo calcolatore l’esecuzione di più ambienti operativi.

In pratica, si condivide l’hardware di una sola macchina per eseguire più ambienti per più utenti diversi, che possono accedere ciascuno al proprio ambiente come se si trattasse di un PC dedicato.

Per esempio, su un solo PC Server possono essere eseguiti un sistema operativo Linux per il webserver, un sistema Windows 10 Professional per normali mansioni di ufficio e un Windows Server per gestire, per esempio, servizi di autenticazione utenti. Un solo computer, molti usi. Intelligente, no?

I 5 vantaggi della virtualizzazione

La virtualizzazione offre diversi tipi di vantaggi, che sono riconducibili a cinque tipologie:

  1. Riduzione dei costi
  2. Minor rischio di perdita di dati
  3. Aumento della disponibilità di risorse
  4. Risparmio di spazio
  5. Gestione semplificata
  6. Vediamole ora in dettaglio.

Virtualizzare i server aziendali riduce i costi generali

Un’azienda ha diversi servizi centralizzati: la posta elettronica, il webserver, lo storage, il provisioning di applicazioni. Tipicamente, per ognuno di questi servizi si è soliti strutturare una o più macchine server, che sono ospitate in appositi armadi rack, a propria volta collocati in ambienti allestiti secondo specifiche tecniche e operative molto ben definite: i data center.

Nel caso di aziende piccole, per i servizi di cui sopra, stiamo parlando di quattro server, ma per aziende più strutturate il numero di macchine impiegate raggiunge facilmente qualche decina e oltre.

Più macchine, più spazio necessario per i datacenter, più corrente elettrica per l’alimentazione e la climatizzazione, maggiori necessità di manutenzione e monitoraggio.

Oggi, i processori multi-core assicurano prestazioni tali da poter tranquillamente supportare molti processi elaborativi, quindi è possibile riunire in una sola macchina più servizi.

Dai quattro server della piccola azienda si potrà passare quindi a un solo server, mentre le diverse decine di server dell’azienda più grande potranno essere sostituiti da una sola decina di macchine. Magari tutte in un unico armadio rack.

Meno costi per l’hardware, per l’energia, per il funzionamento, per la disponibilità degli spazi.

La virtualizzazione dei server aumenta la sicurezza dei dati

Con un sistema virtualizzato, è semplice realizzare backup. Si possono eseguire backup sia dell’intera macchina, sia di ogni singola macchina virtuale installata sull’hardware condiviso, sia di porzioni di dati contenute all’interno di ogni macchina.

Se un server va in crash o subisce danni, per ottenere subito la disponibilità di dati e servizi è sufficiente ripristinare il backup su un altro hardware (che può essere anche un’altra macchina virtualizzata).

La replica continua dei dati e la possibilità di realizzare macchine “gemelle” che sono sempre allineate a quelle primarie di produzione, inoltre, tutela gli utenti dal rischio di blocchi temporanei dovuti a guasti hardware o ad aggiornamenti di sistema operativo non andati a buon fine.

Risorse disponibili per più tempo e in meno tempo

Una virtualizzazione complessa si realizza tipicamente con una o più macchine “esecutrici” che elaborano dati residenti su un database server (semplifichiamo molto, ma è per far capire meglio).

Grazie a questa struttura, se una delle macchine esecutrici smette di funzionare, è molto semplice spostare l’esecuzione dei servizi precedentemente svolti da essa sull’altra macchina esecutrice.

Alcune virtualizzazioni, addirittura, possono prevedere che questi spostamenti possano essere realizzati in automatico in caso di problemi hardware. Il ripristino dei servizi è infinitamente più veloce rispetto al tempo di fermo macchina necessario, per esempio, per sostituire un disco danneggiato o una ventola difettosa.

La virtualizzazione riduce gli spazi necessari per il lavoro

Fate la somma logica di quanto detto sopra: cinque server necessitano di un armadio di medie dimensioni, un solo server ne richiede uno piccolo, che può essere facilmente appeso a una parete.

Trenta server necessitano di tre armadi rack alti due metri e profondi un metro, che devono essere collocati in una stanza dedicata e appositamente climatizzata, mentre dieci server ne richiedono uno solo, che invece può stare all’interno dell’open space operativo, meglio se vicino a un climatizzatore.

Inoltre meno passacavi, meno switch, meno snodi tecnici e pozzetti di ispezione. Il vantaggio è immediato.

La virtualizzazione dei server aziendali semplifica la gestione della rete

Ogni macchina fisica rappresenta un ambiente autonomo, che richiede quindi una gestione autonoma e differenziata: se occorre più memoria, occorre essere in possesso del chip fisico e installarlo manualmente sulla scheda madre.

Quando è necessario incrementare lo spazio di archiviazione, invece, bisogna sostituire il disco rigido o aggiungerne un altro. Questo per ogni singola macchina.

Invece con le macchine virtuali le risorse sono attribuite via software attraverso un unico centro di controllo che è rappresentato, appunto, dalla piattaforma di virtualizzazione.

Fatte 100 le risorse fisiche disponibili sulla macchina reale, queste si possono suddividere attribuendone quantità diverse alle singole macchine virtuali installate sulla macchina reale.

Esempio: se la macchina fisica ha un processore 16 core, è possibile attribuirne 4 alla macchina virtuale su cui gira il gestionale del magazzino, 2 al webserver, altri 4 al server di posta e così via. Idem per la memoria: ne abbiamo 32 giga? Ne attribuiremo 4 al webserver, 8 al gestionale, eccetera.

Se un domani dovessimo renderci conto che occorre creare un e-commerce per attirare più utenti sul sito web, questo richiederebbe maggiori risorse.

Con la virtualizzazione non occorrerà cambiare il webserver, ma sarà sufficiente modificare i parametri di processore e memoria. Voilà, fatto: costi? Zero. Tempo? Un minuto.

E per la tua società? Come definire il miglior servizio di virtualizzazione dei server?

Un nostro analista è a tua disposizione senza impegno per una valutazione della tua situazione: in qualche ora con un piccolo approfondimento possiamo darti un primo ragguaglio circa le possibilità a disposizione della tua realtà.

Contattaci ora attraverso il modulo.







Spuntando la casella accetti le condizioni di privacy

Info sull'autore

admin administrator